• Sanremo 2014
    20 febbraio
    ore 22:10

    SEZIONE CAMPIONI: BRANI RIMASTI IN GARA

    Antonella Ruggiero – Da lontano

    Arisa – Controvento

    Cristiano De Andrè – Il cielo è vuoto

    Francesco Renga – Vivendo adesso

    Francesco Sarcina – Nel tuo sorriso

    Frankie Hi NRG – Pedala

    Giuliano Palma – Cosi lontano

    Giusy Ferreri – Ti porto a cena con me

    Noemi – Bagnati dal sole

    Perturbazione – L’unica

    Raphael Gualazzi & the Bloody Beetroots – Liberi o no

    Renzo Rubino – Ora

    Riccardo Sinigallia – Prima di andare via

    Ron – Sing in the rain

     

  • Sanremo 2014
    20 febbraio
    ore 22:03

    SANREMO CLUB: GLI ABBINAMENTI DI VENERDI 21 FEBBRAIO

    Omaggio alle canzoni d’autore della musica italiana.

    Ecco le performance previste:

    Antonella Ruggiero
    canta i NEW TROLLS, Una Miniera

    Arisa con i Whomadewho
    canta FRANCO BATTIATO, Cuccurucucu

    Cristiano De André
    canta FABRIZIO DE ANDRÉ, Verranno a chiederti del nostro amore

    Franklin Hi-Nrg con Fiorella Mannoia
    canta PAOLO CONTE, Boogie

    Francesco Renga
    canta EDOARDO BENNATO, Un giorno credi

    Francesco Sarcina con Riccardo Scamarcio
    canta ZUCCHERO, Diavolo in me

    Giuliano Palma
    canta PINO DANIELE, I say i’ sto cca’

    Giusi Ferreri con Alessio Boni e Alessandro Haber
    canta ENRICO RUGGERI, Il mare d’inverno

    Noemi
    canta IVANO FOSSATI La costruzione di un amore

    I Perturbazione con Violante Placido
    cantano FRANCESCO DE GREGORI, La donna cannone

    Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots con Tommy Lee
    cantano DOMENICO MODUGNO Nel blu dipinto di blu

    Renzo Rubino con Simona Molinari
    canta GIORGIO GABER, Non arrossire

    Riccardo Sinigallia con Paola Turci, Marina Rei e Laura Arzilli
    canta CLAUDIO LOLLI, Ho visto anche degli zingari felici

    Ron
    canta LUCIO DALLA, Cara

    LE CANZONI:

    Antonella Ruggiero, Una miniera
    Singolo del 1969 dei New Trolls scritto dai componenti del gruppo (D’Adamo, De Scalzi e  Di Palo) e prima dell’ingresso completo della band nella scena progressive italiana con lo storico album Concerto grosso. Nel 1969 i New Trolls approdarono al Festival di Sanremo con il brano Io che ho te, a cui seguirono altri due singoli di successo, Davanti agli occhi miei ed Una miniera. L’anno successivo fu pubblicato l’album New Trolls (Fonit Cetra 1970), che raccoglieva i singoli prodotti dal gruppo fino a quel momento.

    Arisa, Cuccurucucu
    Tratta dall’album La voce del padrone (EMI 1981) è una delle canzoni più note di Battiato che cita, solo nel ritornello, la canzone Cucurrucucú paloma, scritta dal cantautore messicano Tomás Méndez, nel 1954. La versione di Franco Battiato cita il proemio dell’Iliade e Il mondo è grigio/ il mondo è blu di Nicola Di Bari. Fra le altre canzoni nominate vi sono Lady Madonna e With a Little Help from My Friends dei Beatles.

    Cristiano De André, Verranno a chiederti del nostro amore
    Il brano è tratto dal sesto disco di Fabrizio De André Storia di un impiegato (Produttori Associati 1973). La canzone venne composta dal cantautore ligure per la prima moglie (la madre di Cristiano) Enrica ‘Puny’ Rignon. Cristiano potè assistere, dal buco della serratura, alla prima esecuzione del brano appena completato, nel cuore della notte, da parte di Fabrizio alla consorte, visibilmente commossa.

    Franklin Hi-Nrg, Boogie
    È una canzone che Paolo Conte ha scritto nel 1981 ed è stata pubblicata nel quarto disco del pianista e compositore astigiano (Paris milonga, RCA 1981). È il primo album di Paolo Conte pubblicato anche all’estero e che accentua ancora di più la strada intrapresa con il disco precedente decisamente swing e jazz. Boogie verrà interpretata negli anni successivi da Ivano Fossati.

    Francesco Renga, Un giorno credi
    Pubblicato nel primo disco di Edoardo Bennato Non fati cadere le braccia (Ricordi 1973), Un giorno credi è stata scritta con Patrizio Trampetti, musicista e componente del gruppo Nuova Compagnia di Canto Popolare. La canzone fu riproposta anche nel disco successivo I buoni e i cattivi (Ricordi 1974). Nel 1996 il cantautore ne ha registrata una nuova versione con il Solis String Quartet includendola nell’album Quartetto d’archi.

    Francesco Sarcina, Diavolo in me
    Diavolo in me è una canzone di Zucchero estratta nel 1989 dall’album Oro, incenso e birra (Polygram 1989). È uno degli esperimenti più riusciti di rhythm’n’blues italiani e l’album che è stato primo in classifica in Italia e Svizzera è molto conosciuto all’estero. Al disco hanno collaborato tra gli altri Eric Clapton, Jimmy Smith, Francesco De Gregori, Ennio Morricone, James Taylor (UK).

    Giuliano Palma, I say i’ sto cca’
    È il brano di apertura del terzo album di Pino Daniele (Nero a metà, Emi 1980) il disco è quello dell’affermazione a livello nazionale del cantautore partenopeo che crea brani che vanno al di fuori degli schemi allegramente blueseggianti, cui il pubblico di Pino Daniele era ampiamente abituato. L’album è presente nella classifica dei cento dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone Italia.

    Giusi Ferreri, Il mare d’inverno
    Il brano Il mare d’inverno è stato scritto nel 1983 da Enrico Ruggeri nella città marchigiana di Marotta in provincia di Pesaro-Urbino, dove il cantautore trascorreva con la madre e le zie le sue vacanze da adolescente. Interpretata e portata al successo da Loredana Berté la canzone sarà registrata dal suo autore per l’album Presente (CGD 1984).

    Noemi, La costruzione di un amore
    Scritta nel 1978 da Ivano fossati per Mia Martini che la inserì nel sul album Danza, la canzone compare per la prima volta nell’album di Fossati Panama e dintorni (RCA 1981). Ancora oggi, a più di trent’anni dalla sua prima incisione, la canzone viene riproposta e arrangiata da vari artisti. Il brano è considerato una delle più belle canzoni della musica d’autore italiana.

    I perturbazione, La donna cannone
    Scritta nel 1983 da Francesco De Gregori la canzone fu pubblicata lo stesso anno in un Qdisc di solo cinque tracce. La canzone è riconoscibile dal riff di pianoforte con le tre note iniziali, un preludio perfetto per un brano che è stato in vetta alla classifica dei singoli tanto da rendere questa una delle canzoni d’amore più belle della musica italiana.

    Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots, Nel blu dipinto di blu
    Conosciuta anche con la parola che apre il ritornello Volare è una delle canzoni italiane più famose al mondo. Scritta da Domenico Modugno e Franco Migliacci fu presentata per la prima volta al Festival di Sanremo del 1958 dallo stesso Modugno e da Johnny Dorelli vincitore di quell’edizione. Da quel momento il brano ottenne un successo planetario. La canzone ha partecipato anche all’Eurovision Song Contest 1958, classificandosi al terzo posto.

    Renzo Rubino con Simona Molinari, Non arrossire
    È la canzone che nel 1960 ha portato al successo popolare Giorgio Gaber. Un ‘lento’ con il quale partecipa alla Sei giorni della canzone e segna per Gaber il passaggio dal rock’n’roll al teatro canzone.

    Riccardo Sinigallia, Ho visto anche degli zingari felici
    È la canzone che da il titolo del quarto album del cantautore Claudio Lolli, pubblicato nel 1976 dalla EMI Italiana e considerato fondamentale per la storia della musica d’autore italiana. Il titolo è la citazione di quello di un vecchio film jugoslavo (Skupljaci perja 1967). Il brano, molto lungo, è stato scritto nel 1975 e nel disco è diviso in due parti. Sinigallia propone la seconda parte quella che chiudeva il disco.

    Ron, Cara
    Cara è una delle canzoni più intense di Lucio Dalla ed è tratta dal suo album Dalla (RCA 1980) un album registrato in studio che diventò il disco più venduto quell’anno. Nel disco altre canzoni di successo come Balla balla ballerino, Futura e Siamo dei, che ormai fanno parte della cultura musicale italiana. L’epitaffio sulla tomba di Lucio Dalla sono due versi tratti proprio dalla canzone Cara.

  • Sala Stampa
    20 febbraio
    ore 17:07

    ORA IN CONFERENZA

    zibba_orchestra

  • Sala Stampa
    20 febbraio
    ore 16:54

    CONFERENZE STAMPA DI VENERDI’ 21 FEBBRAIO

    ARISTON ROOF 
    Ore 11.30: Graziani
    Ore 12.00: Conferenza Stampa Festival
    Ore 14.30: Nutini
    Ore 15.00: De Andrè
    Ore 16.00: Enrico Brignano
    Ore 17.00: Assomusica

    SALA “LUCIO DALLA”
    Ore 11.00: Noemi
    Ore 11.30: Hunt
    Ore 12.00: Collegamento audio-video con l’Ariston Roof per la conferenza stampa del Festival
    Ore 15.15: Palma
    Ore 15.45: Renzo Arbore
    Ore 16.15: Giusy Ferreri
    Ore 16.45: Sarcina
    Ore 17.15: Palma

  • Multimedia, Sanremo 2014
    20 febbraio
    ore 16:08

    FOTOGALLERY

    IMG_4570 IMG_4569 IMG_4566 IMG_4559 IMG_4552 IMG_4534 IMG_4530 IMG_4523 IMG_4513 IMG_4511 IMG_4500 IMG_4494 IMG_4480 IMG_4454 IMG_4418 IMG_4403 IMG_4392 IMG_4368 IMG_4362 IMG_4355 IMG_4330 IMG_4323 IMG_4305 IMG_4291 IMG_4259 IMG_4251 IMG_4246 IMG_4238 IMG_4219 IMG_4216 IMG_4208 IMG_4200 IMG_4194 IMG_4189 IMG_4180 IMG_4158 IMG_4144 IMG_4140 IMG_4109 IMG_4099 IMG_4079 IMG_3983

  • Sala Stampa, Sanremo 2014
    20 febbraio
    ore 15:20

    TELEFORTUNA 2014: IN PRIMA FILA A SANREMO, DA NORD A SUD

     Il “Giro d’Italia” di Telefortuna 2014 – il concorso giunto alla ventunesima edizione che premia i titolari, vecchi e nuovi, di Canone Rai – si conclude, come sempre, al Festival di Sanremo. Qui – ospiti della Rai – arrivano un ligure, un lombardo, un veneto, due toscani, due pugliesi, un campano e un siciliano.

    I vincitori sono stati invitati al Festival dopo un sorteggio tra tutti gli abbonati in regola con il canone, avvenuto presso la Direzione Rai Canone di Torino, sotto la sorveglianza dei funzionari della Camera di Commercio.

    I vincitori, ciascuno con un accompagnatore, sono ospiti della Rai da mercoledì 19 fino a domenica 23 febbraio e, durante il soggiorno, vivono da protagonisti l’atmosfera del Festival. In programma, tra l’altro, l’incontro con i conduttori della rassegna sanremese e una visita alle strutture dell’Ariston, per vedere i “dietro le quinte” del Festival. Sabato sera, infine, saranno seduti nelle prime file della platea dell’Ariston per assistere alla finale di Sanremo 2013.

    I nuovi titolari di Canone sono: Enrico Paolo Dellacasa con Claudia Maria Colombo (delegato da Massimo Dellacasa) di Genova; Felicia Di Martino con Vincenzo Bisogno (delegato da Tiziano Di Martino) di Cava de’ Tirreni (Sa); Nicola Deserio con Valentina Leone di Mola di Bari (Ba); Giorgio Maria Visimberga con Miriam Frontino di Triggiano (Ba); Anna Maria Lisa Giurliddo con Daniele Rizzo di Agrigento.

    I vecchi titolari sono: Maurizio Ruggiero con Donata Guglielmina Achilli di Bernate Ticino (Mi); Giovan Battista Casanova con Lucia De Marchi di Istrana (Tv); Bruno Bendinelli con Carla Bacci di Livorno; Umberto Di Egidio con Lisa Russo (delegato da Anna Maria Tamborrino) di Livorno.

  • Sala Stampa, Sanremo 2014
    20 febbraio
    ore 10:34

    GLI ASCOLTI DEL FESTIVAL: SECONDA SERATA (2)

    Sono stati 7 milioni 711 mila i telespettatori (share del 33.95 per cento) che hanno seguito su Rai1 – dalle 20.54 alle 24.54 – la seconda serata del 64° Festival della Canzone Italiana.

    La prima parte – dalle 20.54 alle 23.53 – ha avuto 8 milioni 926 mila spettatori, con uno share del 33.52 per cento. La seconda parte – dalle 23.58 alle 24.54 – è stata vista da 3 milioni 784 mila persone con uno share 37.59 del per cento.

    Il picco di ascolto è stato di 11 milioni 551 mila spettatori alle 21.38 sull’intervento di Armin Zoeggeler, mentre quello di share il 46.92 per cento alle 23.36 durante l’esibizione di Riccardo Sinigallia.

    La nuova striscia “Sanremo & Sanromolo”, firmata da Pif e in onda dalle 20.38 alle 20.50, ha avuto 7 milioni 164 mila spettatori con il 24.44 per cento di share.

    Nel prime time Rai1 è stata la rete più seguita con 8 milioni 918 mila telespettatori e il 29.34 per cento di share.

    Netto successo Rai, in prima serata, in seconda e nell’intera giornata. Nel prime time le tre reti Rai hanno ottenuto il per cento di share 46.39 per cento con  14 milioni 098 mila spettatori. In seconda serata lo share Rai è stato del 52.08 per cento. Nell’intera giornata lo share Rai è stato del 41.86 per cento.

    Ascolti rilevanti per le trasmissioni di Rai1 dedicate al Festival. “Uno Mattina” ha ottenuto l’ascolto più alto nella prima parte con il 18.68 per cento di share e  1 milione 56 mila spettatori. Sempre su Rai1 “La vita in diretta”, nella seconda parte, è stata seguita da 2 milioni 587 mila persone con il 17.14 per cento di share. Su Rai2 “Tg2 Costume e Società” è stato visto da 1 milione 690 mila spettatori con il 9.02 per cento di share.

    Grande risultato d’ascolto, infine, per l’informazione mattutina di “Buongiorno Regione” alle 7.30 su Rai3, a cura della Tgr: 947 mila spettatori con uno share del 14.24 per cento.

    Per quanto riguarda il prime time delle altre reti Rai, su Rai2 il film “Vulcano” ha realizzato 1 milione 379 mila spettatori con il 4.73 per cento di share; su Rai3 “Chi l’ha visto?” è stato visto da 2 milioni 630 mila persone con il 9.28 per cento di share.

  • Sala Stampa, Sanremo 2014
    20 febbraio
    ore 10:23

    GLI ASCOLTI DEL FESTIVAL: SECONDA SERATA (1)

    Sono stati 7 milioni 711 mila i telespettatori (share del 33.95 per cento) che hanno seguito su Rai1 – dalle 20.54 alle 24.54 – la seconda serata del 64° Festival della Canzone Italiana. La prima parte – dalle 20.54 alle 23.53 – ha avuto 8 milioni 926 mila spettatori, con uno share del 33.52 per cento. La seconda parte – dalle 23.58 alle 24.54 – è stata vista da 3 milioni 784 mila persone con uno share 37.59 del per cento.

© RAI 2013 - tutti i diritti riservati. P.Iva 06382641006 Engineered by RaiNet