• Sanremo 2015

    E, SE SERVE, C’E’ ANCHE CHI… CURA IL FESTIVAL

    Nella piccola “città” del Festival di Sanremo non può mancare anche chi se ne prende “cura”, in caso di bisogno: sono i due medici e gli operatori dell’Asl1 Imperiese e della Croce Rossa che garantiscono l’assistenza sanitaria al 65° Festival della Canzone Italiana. Una “task force” medica – guidata dal dottor Stefano Ferlito, coordinatore sanitario del Festival e direttore del Dipartimento di Emergenza e Accettazione dell’Asl1 Imperiese – che può contare anche sull’aiuto del dottor Ivo Pastor e sul supporto di un centro mobile di rianimazione, di due ambulanze, di un DAE (defibrillatore semiautomatico portatile) e di un cardio-monitor defibrillatore, presso l’infermeria del Teatro Ariston. Da quest’anno, inoltre, l’assistenza è sempre garantita anche presso le due Sale Stampa e al Casinò per il Dopo Festival.
    “Il nostro lavoro, in fondo – dice il dottor Ferlito, al suo diciottesimo Festival – è quello di permettere agli altri di ‘lavorare’ al meglio per il Festival. E ogni sera, quando comincia il programma tiro un sospiro di sollievo perché ho la consapevolezza che, nonostante i mali di stagione, sono tutti al loro posto di lavoro”.
    Durante le serate della rassegna sanremese, organico e strutture di supporto sanitario e infermieristico garantiscono assistenza anche al pubblico in sala: oltre all’infermeria, è a disposizione il Centro Mobile di rianimazione che permette interventi tempestivi, mentre due ambulanze vicino alle uscite dell’Ariston consentono – in caso di necessità – eventuali trasferimenti in ospedale.
    In teatro, infine, il personale sanitario – in contatto radio con l’infermeria dove è sempre presente personale medico – assicura il primo intervento di soccorso.

    Comments

    comments

  • Commenti chiusi.

© RAI 2013 - tutti i diritti riservati. P.Iva 06382641006 Engineered by RaiNet